la più bella cucciolata della mia vita

ughettail 28 maggio sono nati cinque cuccioli, già erano “speciali” per il fatto che sono nati dal mio Pepito e da Gina, detta anche scotch, per la sua passione sfrenata a starmi attaccata come una cozza, ma crescendo, sono diventati veramente cani incredibili.
Sia ben chiaro, quando dico incredibili, non mi riferisco alla bellezza, ma al loro temperamento.
i loro nomi Ulisse – Umba Uli – Uto Ughi – Ughetta e Conte Ugolino.
Ulisse ha già trovato la sua splendida famiglia e, direi che dalle notizie che mi mandano, è un “ometto” in gamba e dà tanta allegria.
Umba Uli ora si chiama Mia e già era un terremoto a casa, ora sta rivoluzionando il menage familiare dei suoi nuovi compagni di vita i quali sostengono che ha portato loro tanta gioia… proprio vero che a volte i terremoti servono!!!
Il Conte Ugolino, chiamato così per i suoi atteggiamenti “nobiliari”, andrà a casa il 10 di settembre e speriamo che sappia emulare i suoi fratelli e faccia felice un’altra famiglia.
Ughetta, detta l’asociale, perché ad ogni nuovo incontro di persone che cercano “la cucciola” li squadra, gli fa l’analisi e ogni volta decide che NON sono le persone giuste per lei… sigh! la vedo dura trovarle la famiglia!!!
Infine Uto Ughi… la copia perfetta di Pepito, stesso sguardo, stessa tempra, stessi atteggiamenti da “padre” in un soldo di cacio grande (oggi) esattamente la metà del padre!
Adoro tutti i cuccioli che, in questi anni, sono nati in casa mia, ma questa è una cucciolata speciale, come quella da cui sono tati caligola e giotto, e quella di dadina, con i quali hanno un denominatore comune.. la capacità di far ridere la gente.. e.. di questi tempi.. una risata allunga la vita!!!

Pubblicità

LA PASSIONE E’ IL MOTORE DELLA VITA

ovvero..vivere senza passione è un vivere “a metà” ! 

white as snow les amis du channel aka UMBA owner Maddalena Noseda
white as snow les amis du channel aka UMBA owner Maddalena Noseda

 

la mia passione sono  gli animali, forse radicata in qualche cromosomo geneticamente trasmesso.

amo la loro compagnia,  ma la cosa che mi ha sempre affascinato  è il loro modo, anzi, la loro capacità di comunicare senza  parlare.

osservando il loro  interagire, tra loro, ma anche con specie diverse,  si potrebbero scrivere  intere enciclopedie..

in molti faticano a comprendere come, io, possa trascorrere così tanto tempo con loro, la risposta è semplice: loro non parlano, ma sanno comprendere e  farsi capire, cosa che  gli esseri umani non hanno più !

Oggi si sprecano un sacco di parole e di voce per dire “nulla”, cani e gatti, ma anche asini e cavalli  e pappagalli, quando emettono un suono,  lo fanno per “comunicare”, nel senso proprio della parola ” Rendere comune, far conoscere, far sapere”,  quindi associano ad un “suono” una parola molto importante, per chi sa comprendere il loro linguaggio, per coloro che sanno capire ed osservare il loro “parlare”

by Acunamatana Maddalena Noseda