VA BENE PER I BIMBI???? sgrunt!

E’ una di quelle domande che mi mandano in bestia!

Ace & Trilly
Ace & Trilly

Quando si decide di prendere un cane, si fa una scelta, e come tutte le scelte ha i suoi pro e i suoi contro.. se si decide di avere un cucciolo… la prima parte della vita è fatta di… “contro”!!!

Il cucciolo di cane è come un bambino, sporca dove non deve, piange se lasciato solo, vuole giocare quando non ne abbiamo voglia, deve essere nutrito (e di conseguenza ricomincia il “ciclo delle evacuazioni”), ci accoglie festoso al nostro rientro e si trova davanti un adulto imbufalito per la giornata orribile passata in ufficio!

Quindi? siamo proprio sicuri di voler avere un piccolo “Attila” in giro per casa? Un esserino che, insieme ai nostri figli, aiuta a farci disperare per le loro marachelle?

Mi viene in mente mia madre… quando le dicevano “Signora, lei ha un cane ben educato”, la risposta era sempre: “ho saputo crescere 5 figli, vuole che non sappia crescere un cane?”

Beh, in effetti, mia madre era soprannominata dai miei amici “la Gestapo”!!! Ma vi dirò che per crescere bene un cane, bisogna avere “pugno di ferro, in guanto di velluto”.

Le regole!

Innanzitutto bisogna avere delle regole in famiglia, e regole per il cucciolo.

Le regole della famiglia sono: il cucciolo non è un pupazzo, non è un videogames, non è la playstation, ha un cuore, un’anima, è sensibile, è fragile, ha dei bisogni da soddisfare, anche quando siamo stanchi, disperati, inquieti, ammalati.

Quindi, il cucciolo deve avere uno spazio ben determinato: qui si mangia, lì si sporca, lì si dorme (beh… quest’ultimo punto… cambierà lui le regole!!!), ora si gioca.

9fd27-brando-e-lili-e-la-pappa  QUI SI MANGIA: il cucciolo deve mangiare almeno 3 volte al giorno. Si mette la ciotola in quel punto e lì gli si dà da mangiare. Il cucciolo NON mangia MAI prima di noi! questa è una regola ferrea, la seconda regola ferrea è il cucciolo NON chiede cibo! Queste 2 regole sono spesso sottovalutate, ma.. pensiamoci bene, in natura, nel branco (e la famiglia che accoglie il cucciolo, automaticamente assume il ruolo di branco) il primo a mangiare è il maschio dominante! Pertanto, salvo che non vogliate farvi comandare da un bruscolo di cane, evitate di farlo mangiare prima di voi o al vostro desco!

LI’ SI SPORCA: la regola fondamentale, quando si porta a casa un cucciolo, è di NON portarlo subito in casa. Ciò vuol dire che, se a casa abbiamo a disposizione un giardino, facciamolo scorrazzare nel giardino PRIMA di farlo entrare in casa, lasciandogli fare i bisogni, in tal modo lui associerà il giardino al luogo ove sporcare, e quando avrà necessità, chiederà di uscire!

LI’ SI DORME: questo è un punto “elastico”! già perchè se il cucciolo comincia a “cantare gli   100_0269ugonotti” non appena chiudete la porta del luogo ove avete messo la sua cuccetta… sfido chiunque ad essere rigido!!! Ma si può provare! Io con i miei ho dei “rituali” del tipo: “ciao ragazzi, vado al lavoro” piuttosto che “Nanna time!” spengo le luci, sbofonchiano un po’ (i cuccioli, perchè gli adulti oramai sono abituati) ma poi tacciono e dormono fino al rientro o alla mattina dopo.

ORA SI GIOCA: vale la regola del pasto.. ovvero.. chi detiene il gioco è il capo! Con questo non voglio dire che non dovrete mai farlo “vincere”, ma che il gioco, come tutti i giochi, è bello se non dura molto.. ovvero smettete immediatamente se vedete che il cane si sovraeccita, e passate ad altra attività, tipo una passeggiata, le coccole.. ma non fate mai “sclerare” il cane durante il gioco. Consiglio anche di lasciare a disposizione i giochi al cucciolo ma… di tenere un gioco “per voi”! Ovvero.. un gioco con cui lo farete giocare, ma che poi, quando il gioco si fa duro, chiuderete in un cassetto, per riprenderlo in un altro momento per giocare ancora… come dicevo prima: “CHI DETIENE IL GIOCO, E’ IL CAPO!”

CUCCIOLI E BAMBINI

La regola è ancora più ferrea: “NON SI LASCIANO CANI E BAMBINI A GIOCARE INSIEME SENZA LA SORVEGLIANZA DI UN ADULTO”!!! qui non si transige! il cucciolo di cane non conosce il modo di rapportarsi del cucciolo d’uomo, conosce solamente il suo modo di rapportarsi con i suoi fratelli cani, quindi ci deve essere la presenza di un adulto che faccia da mediatore nelle intemperanze di gioco dell’uno o dell’altro. Non esiste il “cane che va bene per i bimbi” esiste la capacità dei genitori di far interagire correttamente le due “specie animali”!!! 🙂

Seguite queste semplici regole e avrete una vita a quattrozampe degna di essere vissuta!

konrad lorenz  E, se ancora vi state chiedendo se e perchè prendere un quattrozampe in famiglia, vi lascio con le parole di Konrad Lorenz

by Acunamatana di Maddalena Noseda

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...